13 Febbraio 2010
Campagna Amica

Piu’ di un innamorato su due (37 per cento) regala fiori che si confermano come l’omaggio preferito rispetto ai cioccolatini o agli altri dolciumi (25 per cento), ai capi di abbigliamento (19 per cento) e ai gioielli (19 per cento). E’ quanto emerge dai risultati del sondaggio condotto dal sito www.coldiretti.it, tra chi fa regali in occasione della festa di San Valentino con almeno 20 milioni di fiori acquistati, tra cui 14 milioni di rose, per una spesa di circa 75 milioni di euro tra fiori e piante. Una tendenza favorita anche dal fatto che i prezzi dei fiori italiani sono in calo rispetto allo scorso anno (-1,5 per cento secondo l’Adoc), con la possibilità di buone occasioni soprattutto per gli acquisti dai produttori nelle aziende, nei vivai o nei mercati di Campagna Amica dove è possibile acquistare direttamente dai florovivaisti. E per non sbagliare ed evitare brutte gaffe ecco spiegato il linguaggio dei fiori anche perché l’ampia varietà dell’offerta italiana e in particolare Made in Campania, consente di ottimizzare la scelta con il fiore piu’ adatto ai sentimenti che si intende esprimere – sottolinea la Coldiretti, presente nel giorno della festa degli innamorati, insieme alla tradizionale vendita diretta dei prodotti agroalimentari tipici locali da parte dei produttori del mercato di Campagna Amica, in Villa Comunale a Napoli, con la distribuzione di rose e la presentazione di una esposizione di alcune varietà offerte dalla produzione Made in Italy con l’illustrazione del loro significato nascosto per far meglio conoscerne il linguaggio dei fiori per aiutare a fare scelte giuste, convenienti e al riparo da brutte figure. Il mazzo di rose - precisa la Coldiretti - deve essere sempre composto in numero dispari di fiori che nei loro colori possono comunicare sensazioni differenti. Se le rose rosse significano passione ardente, quelle bianche - informa la Coldiretti - testimoniano l'amore puro e spirituale mentre il color corallo rivela il desiderio. Ancora la rosa muschiata significa bellezza capricciosa, il color pesca palesa un amore segreto, l'arancio esprime fascino, il rosa amicizia, affetto e gratitudine. Particolare attenzione - avverte la Coldiretti - va prestata alla rosa di colore giallo perché oltre a simboleggiare un amore disperato per l'assillante gelosia, potrebbe significare anche tradimento o amore in declino. Il ranuncolo simboleggia bellezza malinconica e la calendula è ambasciatrice di dedizione, ma anche di pene d'amore e potrebbe rappresentare la sofferenza dell'innamorato non corrisposto. Anche il garofano e il tulipano - continua la Coldiretti - hanno un loro particolare significato a seconda del colore: il garofano bianco significa fedeltà, quello giallo eleganza, quello rosa amore reciproco e quello rosso amore vivo e intenso; per il tulipano, invece il colore rosso esprime una dolce dichiarazione d'amore, lo screziato complimenti per gli occhi della persona amata e il giallo amore disperato. E il papavero, per esempio, simbolo di tranquillità e serenità, è perfetto per chi, in questa occasione, voglia rassicurare il partner e comunicargli che tutto procede per il meglio. Nel giorno degli innamorati - consiglia la Coldiretti - si possono regalare dei fiori anche agli uomini purché non siano troppo delicati o con colori tenui o anche una pianta, soprattutto se di una specie che non ha bisogno di molte cure. L’Italia, con il primato della Campania per la produzione di fiori recisi - afferma la Coldiretti - è all’avanguardia nella coltivazione di fiori e piante a livello internazionale e comunitario dove il Tricolore è al posto d'onore dopo l'Olanda che spesso è però solo il crocevia di triangolazioni commerciali, come accade per le produzioni di paesi extracomunitari come Thailandia, Brasile, Perù o, per le rose, Kenia. Peraltro i fiori campani - afferma la Coldiretti - sono senza dubbio i più profumati, non solo perché non devono affrontare lunghi tempi di viaggio che fanno arrivare quelli stranieri meno freschi alla meta, ma anche perché molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varietà che presentano aromi più intensi e caratteristici. In base ai risultati dell’ultimo censimento dell’agricoltura in Italia - continua la Coldiretti - risultano attive oltre 30mila aziende florovivaistiche che vendono sul mercato estero ed in quello nazionale dove nel corso del 2009 sono stati spesi dagli italiani 2,2 miliardi di euro per l’acquisto di fiori, piante, alberi ed arbusti. I fiori di importazione rappresentano fino al 60 per cento dell'offerta nazionale e spesso arrivano in Italia dopo un viaggio che - sottolinea la Coldiretti - ha inizio nelle grandi aziende gestite da multinazionali dove sono denunciati trattamenti brutali contro i lavoratori e continua attraverso un percorso di migliaia di chilometri con l’inutile emissione di gas a effetto serra a danno del clima. Secondo una analisi della Coldiretti per trasportare un bel mazzo di rose da Lima in Perù fino all’aeroporto di Ciampino di Roma percorrendo 10.800 chilometri su un Boeing 747 si consumano quasi 5 chili di petrolio e si emettono quasi 15 chilogrammi di anidride carbonica (CO2) con un dispendio energetico e un impatto ambientale negativo facilmente evitabile. Lo stesso trasporto da Nairobi in Kenia a Roma fa consumare, per i 5.400 chilometri del tragitto, 2,5 chili di petrolio con emissione di quasi 8 chilogrammi di CO2. Per mantenere piu’ a lungo il dono d’amore è bene - suggerisce la Coldiretti - una volta giunti in casa accorciare il gambo tagliando i 3-4 centimetri finali dello stelo, non con le forbici che schiaccerebbero i canali di transito dell'acqua all'interno del fiore, ma con un coltello affilato e con un taglio netto e obliquo. Inoltre va cambiata l’acqua ogni giorno, e fare attenzione a che sia sempre fresca e pulita. Ci sono anche piccoli segreti come quello - conclude la Coldiretti - di sciogliere nell’acqua un'aspirina o 3-4 gocce di candeggina per litro d'acqua al fine di impedire la formazione di batteri che ostruirebbero i canali per portare l'acqua al fiore. Inoltre va evitata l'esposizione alla luce diretta e le correnti d'aria sia calda sia fredda e la vicinanza a fonti di calore. Infine è bene tenere i fiori lontani dalla frutta che ne accelera la maturazione e ne accorcia la vita. SAN VALENTINO 2010: LE CIFRE • Oltre un italiano su tre che fanno regali sceglie i fiori (37 per cento) • Acquisti per San Valentino: 20 milioni di fiori recisi di cui 14 milioni di rose • Spesa totale tra fiori e piante: 75 milioni di euro Fonte: Elaborazione Coldiretti IL LINGUAGGIO DEI FIORI ROSA Rosso: Passione ardente Bianco: Amore puro e spirituale Color Corallo: Desiderio Muschiata: Bellezza capricciosa Color Pesca: Amore segreto Arancio: Fascino Rosa: Amicizia, Affetto e Gratitudine Giallo: Gelosia, Tradimento e Amore in declino TULIPANO Rosso: Dichiarazione d'amore Screziato: Complimenti per gli occhi Giallo: Amore disperato GIRASOLE: Adulazione e riconoscenza ORCHIDEA: Sensualità, Lusso, Fascino e Ricercatezza GAROFANO Bianco: Fedeltà Sincerità e Gloria Giallo: Eleganza Rosa: Amore reciproco Rosso: Amore vivo e intenso ALLORO: Eternità dell'amore Prosperità e Ricchezza MARGHERITA: Purezza, Freschezza e Semplicità ROSMARINO: Fecondità, Consolazione PAPAVERO: Tranquillità e Serenità CALENDULA: Dedizione o Pene RANUNCOLO: Bellezza malinconica Fonte: Elaborazione Coldiretti I CONSIGLI COLDIRETTI PER CONSERVARE IL "PENSIERO D'AMORE" • Acquistare fiori in ottimo stato, senza ammaccature o foglie di colore scuro e con lo stelo abbastanza robusto. • Giunti in casa accorciare il gambo tagliando i 3-4 cm finali dello stelo, non con le forbici che schiaccerebbero i canali di transito dell'acqua all'interno del fiore, ma con un coltello affilato e con un taglio netto e obliquo. • Cambiare l’acqua ogni giorno, e fare attenzione - consiglia la Coldiretti - che sia sempre fresca e pulita. • Sciogliere nell’acqua un'aspirina o 3-4 gocce di candeggina per litro d'acqua al fine di impedire la formazione di batteri che ostruirebbero i canali per portare l'acqua al fiore. • Evitare l'esposizione alla luce diretta e le correnti d'aria sia calda sia fredda e la vicinanza a fonti di calore. • Tenere i fiori lontani dalla frutta che ne accelera la maturazione e ne accorcia la vita.